08 giugno 2008

In Maremma con gli zuccherini

Io non posso mangiare dolci ... in teoria ... ma a volte non resisto , qualcosina la devo fare e approfitto delle visite a parenti e amici per produrre :-D assaggio e poi regalo tutto (la mia coscenza è così perfettamente pulita !)

Questi sono gli Zuccherini di Nonna Ivana , ho avuto la fortuna di assaggiarli fatti dalle sue manine e , soprattutto, pucciarli nel caffelatte la mattina dopo. Strepitosi e semplicissimi da fare.
Foto e ricetta sono di Nonna Ivana




Zuccherini nuziali del bolognese

Ricetta famigliare, che si eseguiva per preparare le bomboniere per gli sposi.
Sono stati sostituiti dai confetti di mandorla ricoperti di glassa di zucchero.
Per circa due Kg di zuccherini:
800 g farina
200 g fecola di patate
5 uova
350 g burro liquefatto, freddo
450 g zucchero semolato
1 bustina di lievito per dolci
scorza di 1 limone.
Metodo dell'impasto della "Brazadèla dura" del Bolognese:
Farina a fontana sul tagliere, setacciata con il lievito, uova, burro e zucchero scorza di limone grattugiata al centro, con la forchetta battere i liquidi, poi incorporare la farina, continuare con le mani, per ottenere un impasto abbastanza sodo.
Si staccano dei pezzetti di pasta, si fanno dei bastoncini grossi come il dito mignolo, e avvolgendoli in punta del dito indice sinistro formare dei cerchietti.
Vanno sistemati sulle placche del forno imburrate e infarinate (oggi si usa più comodamente la carta da forno per foderare le lastre!) e infornare a fuoco medio, per quel tanto da avere gli zuccherini appena dorati.
Vanno fatti raffreddare completamente.
Si conservano per giorni, in bei barattoli di vetro chiusi.Nell'uso antico non si mettevano aromi, per ovviare a eventuali odori sgradevoli all'apertura dei sacchettini-bomboniera.



Li ho portati in Maremma dalla mia amica Federica che li ha serviti ai clienti del suo
B&B Casale San Giuseppe a Capalbio un posto da sogno , indovinate chi c'è nelle foto del sito che fa colazione :-D

3 commenti:

SenzaPanna ha detto...

Ciao Giorgia, ti ho linkata in un post nostalgico d'annata
http://senzapanna.blogspot.com/2008/06/ricetta-dannata-charlotte-di-cavolfiore.html

Buoni 'sti biscottini mi sa vero? :-)

ivana ha detto...

Ciao Giorgia!!!
Scusa il ritardo...sono presa da problemi tecnologici anch'io, che si presentano improvvisamente a catena...digitale prima e ora stampante che non stampa!!!!
Sono persa!!!!

Grazie della citazione!!!!!!!

A presto!!!

marcella candido cianchetti ha detto...

che buoni debbono essere non conoscevo questa usanza ciao