14 giugno 2007

Berettino


NON LI HO FATTI IO .... magari... per il momento abbiamo preparato lo smalto e stiamo facendo le prove di colore.

Questi oggetti sono dei Maestri Maiolicari Faentini , se vado a Faenza non manco mai di fermarmi a guardare la loro vetrina , fanno degli oggetti bellissimi.
http://www.ceramicadifaenza.it/

Il decoro berettino
Nel terzo decennio del 1500 la produzione ceramica di Faenza si arricchì di una innovazione tecnica, lo smalto "berettino grigio-azzurro", desunto da vetri ellenisticoromani a loro volta suggestionati da ceramiche dell'antica Persia . Sullo smalto " beretttino grigo - azzurro " compare una elegante decorazione policroma rinascimentale composta dal "festone robbiano" di frutti e foglie, circoli giallo oro e fini arabeschi bianchi, definiti "vaghezze o gentilezze di Faenza ". Nel 1530 lo smalto berettino fu adottato dalla notissima bottega faentina Ca' Pirota per realizzare la coppa che suggellò l'incoronazione di Carlo V re di Spagna ad imperatore.

8 commenti:

Amelia ha detto...

Adoro il berettino!!! le bomboniere del mio matrimonio erano con decoro berettino, quello che apprezzo meno e' il garofano, trovo incantevole la palmetta. Comunque complimenti le tue ceramiche sono stupende
Manuela

Artemisia Comina ha detto...

ciao Giorgia, dove sei?

conosci le ceramiche di Castelli? il tetto della chiesa di san Donato?

un saluto, rosa maria

SenzaPanna ha detto...

Giorgia, torna tra di noi.
Sono stata a Rimini e ti ho pensata mentre mangiavo la piadina :-))

GiorgiaM ha detto...

Si che conosco le Ceramiche di Castelli !!!ma il tetto della cheisa di san donato no !! vado a cercarlo con google !!

Sono sempre tra voi ma ho poca voglia di scrivere :-)

GiorgiaM ha detto...

Manuela grazie per i complimenti , il berettino è bellissimo ma molto più difficile della maiolica su fondo bianco.

Anonimo ha detto...

Qualcuno conosce le componenti chimiche del colore azzurrognolo del berettino?
E' per una ricerca sulle tinte delle facciate di Ellera, frazione di Albisola, nei quali mulini venivano macinate le polveri da colore per le ceramiche.
So che può non sembrare attinente, ma ho sentito parlare di composti contenenti argento...è plausibile?
Grazie a chiunque mi risponda..

GiorgiaM ha detto...

So che l'argento rientra nei componenti dei colori da maiolica, ti consiglio di rivolgerti alle aziende che fabbricano i pigmenti e smalti per la ceramica . Io a Faenza ne conosco 2 : Ceramics & colours e il Centro Ceramico Romagnolo.

Elena ha detto...

Cara Sig.ra Giorgia,
sono Elena dei Maestri Maiolicari Faentini, vorremmo ringraziarla dei complimenti, ci fa molto piacere che apprezziate la nostra produzione che con tanto impegno e amore realizziamo ogni giorno.
La invitamo a visitare il nostro nuovo sito web, dove potrà trovare nuove fotografie e tante informazioni sulla nostra produzione e sulla ceramica di Faenza.
A presto e buone feste!
www.ceramicadifaenza.it

Elena
Maestri Maiolicari Faentini