04 agosto 2008

Galantina - Le ricette di Tiziana

Ieri sera avevo ospiti, e visto il caldo mi sono detta: "perchè non fare la galantina?".
Detto e fatto.
Piatto fresco, saporito, comodo da fare e si presenta benino (anche l'occhio vuole la sua parte:-))
Questa ricetta, mi raccontava mia suocera, che era presente in tutti i banchetti dei matrimoni. E' leggermente diversa dalla galantina tradizionale, ma solo per il suo aspetto ed è molto più pratica da fare. Infatti la galantina "tradizionale" vorrebbe il cappone o il pollo disossato, con questa basta avere una casseruola rettangolare.
Vi metto la ricetta:
carne di vitello
carne di maiale
carne di pollo
carne di tacchino
io ho messo anche una fetta sottile di mortella
tutto in fette.
Prendere la pirofila e a strati riempirla con la carne sopra citata.
Se possibile abbondare con la carne di pollo, perchè è quella che produce maggiore gelatina. Ogni tanto distribuire qualche briciola di dado.
Una volta ricoperta tutta la pirofila mettere a cuocere a bagno maria per due ore su fiamma bassa, poi passare circa mezz'ora in forno a 170 gradi in modo che si finisca di cuocere bene anche la parte superiore.
Trascorso il tempo, prelevarla dal forno e metterci dei pesi sopra finchè non sarà fredda in modo che si compatti.
Al momento di servire capovolgere e decorare.





3 commenti:

michela ha detto...

ulllala' che splendore!!!
Vieni a prenderti un premio brillocco?
Se vuoi e puoi eh no impegno.
ciao

Amelia ha detto...

grande!!! questa era perfetta ieri per il pranzo del campo!!! no problem trovo un'altra occasione per testarla!
grazie!!!!
p.s. sabato ero in giro per la prov di ra e ti ho pensato lugo russi massa eravamo a spasso per gli stradelli guelfi

caravaggio ha detto...

faccio la galantina tradizionale solo in inverno,ma adesso con la tua ricetta alleggerita e con il tuo sistema di cottura ,la programmo x il fine settimana. grazie e buona giornata