04 maggio 2009

Piadina


La piadina di Giorgia è sempre stata il massimo per i miei gusti, poi ho ritrovato questa ricetta di Carla Nanni...ho voluto provarla...devo dire che per le prossime piadine che farò non saprò quale ricetta utilizzare. Non differenzia molto da quella di Giorgia ed ottima anche il giorno successivo.Rimane un pò più alta, ma davvero appetitosa.Grazie Carla!

PIADINA ROMAGNOLA "AMBRA" di Carla Nanni
1 kg di farina
170 gr strutto
2 bustine di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 pizzico di zucchero
latte q.b. a temperatura ambiente
a piacere:
1 uovo intero, buccia di limone grattugiata
Sulla spianatoia mettere la farina a fontana. Unire lo strutto, lo zucchero, il sale, il lievito e, se si desiderano, buccia di limone e un uovo (io non li ho messi).Impastare tutti gli ingredienti aggiungendo latte fino a che l'impasto risulta di media consistenza; prelevarne un piccolo pezzo e stenderlo in modo da ottenere un disco di diametro circa 20 cm e spessore 3 mm circa.Cuocere sul testo di terracotta oppure in una padella di ferro ben riscaldata, rigirando quando sulla superficie si sono formate delle bollicine marroni.Servire calda come accompagnamento a salumi, formaggi molli...

2 commenti:

Mary ha detto...

buono ne consumiamo in quantità industriale , credo sia meglio se imparo a farli anch'io !

Federica ha detto...

Buonissima! la faccio spesso anch'io!!