01 aprile 2009

Piada fritta

Sabato ci siamo trovate in 4-5 aspiranti reginette della cucina, e la reginetta Carla ci h preparato questa delizia, ovvero la piada fritta.
Narra Carla che era il mangiare dei contadini, quando a mezzo giorno rientravano dal lavoro e con questo piatto, che viene consumato con salume e/o formaggi, facevano un pasto completo.
Per la versione salata si cosparge il sale, per quella dolce lo zucchero.

La forma originale sarebbe rotonda e grande come la padella.




Piada fritta Carla Nanni



Piadina fritta
In passato, questa piadina, veniva servita a pranzo o a cena, solo quella, senza aggiunta di altro.
Pasto povero che era già un lusso poter friggere nell’olio.
1 kg. farina
2 cubetti di lievito di birra
8 cucchiai di olio di semi di mais
1 cucchiaio raso di sale
Acqua q.b.
Impastare a lungo e porre a lievitare; sgonfiare l’impasto e far fare una seconda lievitazione.
Stendere l’impasto un po’ grossettino, tagliare a rombi, e friggere in abbondante olio.
Servire tiepida spolverata di sale fino. In questo caso si può accompagnare con formaggi molli e salumi, oppure spolverare con zuccherosemolato se si desidera servire con marmellate.


5 commenti:

Nicoleta ha detto...

Mai fatta ...da fare subito!
ciao!

ivana ha detto...

Ciao,
proprio come il nostro gnocco fritto, che aveva la forma rotonda della padella, vi si faceva un buco col dito nel centro, di modo che cuocesse bene nello strutto!
Mi immagino il profumino che c'era...ne avrei mangiato parecchio!!!!
Ciao, grazie!

GiorgiaM ha detto...

era buonissima ne abbiamo mangiato una quantità spropositata :)

Tiziana sto scaricando le foto ....
ma quante sonoooo ^__^"

Rosatea ha detto...

Me la copio !

anaiv ha detto...

Que ricos!!!